Le vedute dei navigli milanesi sono uno dei soggetti che più hanno attratto i pittori, anche Zago. Questo dipinto raffigura le lavandaie al lavoro in estate. Ma il pittore riprenderà il tema anche nella stagione fredda, disegnando questa volta lavandaie inginocchiate sulle pietre a sbattere lenzuola, le mani nelle acque gelide. Olio su tavola 495 x 305 mm